martedì 5 giugno 2018

Luciana Bertorelli - 1 al 30 giugno 2018


Emozioni
Personale di Luciana Bertorelli

Da Davide Bedendo, Centro Artigianale Restauri in Albissola Marina , 

ho allestito la mia VETRINA D'ARTISTA. 

Questa vetrina è diventata nel corso degli anni un punto d'incontro importante per gli artisti e gli amanti della ceramica, grazie alla passione, gentilezza e competenza di Davide e Stefania.

La mia vetrina parla di : EMOZIONI , del mio amore per la nostra Madre Terra e del pianeta Donna. 

Visibile dal 1 al 30 giugno 2018.

ARTE E SOCIETA' - 7 giugno 2018


SPAZIOGAIA3 
via Briano 2 - Valleggia (Savona ) 

ARTE E SOCIETA' 
di Luciana Bertorelli 

il 7 giugno 2018 alle ore 20,30. 

Elisa Traverso Lacchini e Cecilia Cossetta

Al termine dell'incontro un brindisi in amicizia !

venerdì 1 giugno 2018

Arte nell’Arte - 3 giugno-10 giugno 2018

“Arte nell’Arte” Collettiva del Cuore

“seconda edizione dedicata a Massimo Consorti”

Mostra di Arte Contemporanea di notevole interesse artistico-culturale dal titolo:
“Arte nell’Arte Collettiva del Cuore” .

Esposizione presso la prestigiosa Basilica Imperiale Santa Croce al Chienti
a Casette d’Ete di Sant’Elpidio a Mare (FM).

L’inaugurazione sara’ il 3 giugno 2018 alle ore 17.
Apertura della mostra dal 3 giugno al 10 giugno 2018 con il seguente orario: tutti i giorni dalle 15 alle 19.
La mostra è stata curata dall’artista Cleofe Ramadoro.
La presentazione critica sarà di Enrica Bruni storica dell’arte.
per l’occasione presenta Jenny Polverini, con le musiche di Fabio Capponi, Riccardo Longi (chitarra a voce).
Coro voci bianche di Monte San Pietrangeli (direttrice Annarosa Agostini).
Inoltre intervento teatrale di Pamela Olivieri e poesie di Giovanni Zamponi .
CARLO IACOMUCCI


Citiamo solo alcuni degli artisti invitati:
– VITTORIO AMADIO
– GIOVANNI BEATO
– AGOSTINO CARTUCCIA
– MARISA CESANELLI
– SILVIO CRAIA ****
– ALESSANDRO GUERRINI
CARLO IACOMUCCI ***
– MARISA MARCONI
– SANDRO PAZZI
– VINCENZO RACCOSTA
– CLEOFE RAMADORO
– LUCIA SPAGNUOLO
– SANDRO TROTTI

per info: tel. 346.3321809

MARC PESSIN - 9-29 giugno 2018


mercoledì 30 maggio 2018

I MERCOLEDI' DI POZZO GARITTA - PROGRAMMA STAGIONE 2018



Salvatore Tofano - 5 giugno-30 giugno 2018


Luogo: Bem Viver. Via Monti 5. Corsico (Milano)
Mostra: personale di Salvatore Tofano
Inaugurazione: Martedì 5 giugno alle ore 19 con letture.
Durata: sino a fine giugno 2018
Orari: da Mar a Gio 8.00 - 00.30 - Ven e Sab 8.00 - 1.30
Domenica 8.30- 12.30 e 15.30 - 20.00

Un mese di giugno al Bem Viver all’insegna della vignetta.
Le opere grafiche esposte costituiscono una scelta delle opere di Salvatore Tofano, artista napoletano, collaboratore di alcuni siti web e mensili cartacei e sostenitore del caffè letterario il Centro Hurtado di Scampia.
Diversi suoi racconti e poesie sono apparsi su antologie della Giulio Perrone editore, di Homo Scrivens editore e di letteraturahorror.it oltre che in alcuni ebooks scaricabili dal sito web www.farwest.it
Nel 2010 con lo pseudonimo Stof ha pubblicato per i tipi di The Boopen editore Susetta Spinola di Scampia. Oltre venti anni di satira in periferia. Susetta, il personaggio che più frequentemente appare nelle vignette esposte, ci permette, attraverso il suo dire, di riflettere su temi individuali e sociali importanti interpretati con un’ironia molto intelligente. Susetta ha una madre - sorella simbolica in Mafalda, la bambina che interpreta il mondo creata da Quino. Susetta e Mafalda, entrambe bambine di carta, destinate a non crescere, ci aiutano a porre attenzione a ciò che ci circonda e a vederne l’anormalità anche quando questa ci appare abitudinariamente normale. Bambine di carta che, come spesso fanno le bimbe e i bimbi di carne ed ossa, ci consentono di percepire l’ingiustizia e provare indignazione.
Nel 2011 Salvatore Tofano ha pubblicato per la Marotta & Cafiero editori Scampia: la leggenda della vela che non voleva morire e altre storie, con prefazione di Luca Bifulco. N. B. Il fantasma della sepolta viva, protagonista della storia portante, è stato ampiamente citato da Marco Perillo in uno dei più recenti libri sui misteri e segreti di Napoli della Newton Compton editori (novembre 2016)].
Nel 2014 il racconto Giustizia apache superata la preselezione su www.ilmiolibro.it, appare previo regolare contratto su www.storiebrevi.it.
Nel 2015 quattro mini racconti (Una a una, Inquieto, Noir, Pregiudizi) vengono inseriti nel libro "Nanoracconti, 250 racconti da 250 battute”, a cura di Pietro Damiano, Homo Scrivens editore.Il libro riceverà successivamente da Rai Radio 1 Plot Machine il premio Dolce Inganno.

Gianmario Vigna - 3-17 giugno 2018


Il PIACERE NEI LIBRI - 9/24 giugno 2018  


Il PIACERE NEI LIBRI
rassegna di arte erotica dagli ex libris ai libri d'artista
  
“Metteremo a nudo Napoli “

Sabato 9 giugno alle ore 17 presso la sala degli Angeli del Maschio Angioino Inaugura “Il piacere nei libri” rassegna di arte erotica dagli ex libris ai libri d’artista. La kermesse è curata e ideata da Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma, promossa da Lineadarte Officina Creativa in collaborazione con il Comune di Napoli. La mostra si snoderà su un percorso poetico visivo di oltre settanta opere tra ex libris e libri d’artista tra autori nazionali ed internazionali, con un riflettore sempre ben puntato sugli artisti napoletani.

Come diceva Pisanus Fraxi
“Il desiderio di possedere ciò che è proibito è forte nell’uomo quanto nel bambino, nel saggio quanto nello sciocco”.
L'eros ha da sempre "sedotto" l'arte.
In un'epoca dove di immagini sessuali si fa abuso, la nostra mostra vuole essere uno spazio-tempo dove poter confrontarsi su materiale artistico, senza falsi moralismi.
La rappresentazione dell’Eros negli ex libris e nei libri d’artista è un gioco intellettuale , un atto di liberazione, una rappresentazione onirica o ironica, una dichiarazione di intenti o una confessione.
Nella serata inaugurale ci sarà l’intervento poetico EROS Y VERSOS reading di poesia a cura di Salvatore Di Natale con il coro di “voci scure”.

Artisti protagonisti:

Ambrosio Luigi | Ardau Barbara | Battaglia Xante | Benna | Bernard Laura | Bocci Rovena | Bucci Rossana |Caporaso Angela | Carbone Antonio | Carotenuto Umberto | Cecere Rosaria | Ciccarella Stefania | Cobàs | Cola Luigi | Csaba Pàl | Cudin Gianni | De Micheli Gianfranco | Della Volpe Giuseppe | Di Caterino Mimmo | Di Miceli Lucia | Diotallevi Marcello | Emily Joe | Esposito Maurizio | Fedeli Sara | Feleppa Federica | Felici Laura | França Paula | Gabi Minedi - Patrizia Maria | Gadoni Ilde | Giovannangelo Luigia | Giunta Salvatore | Hristo Kerin | Jandolo Benedetta | Liuzzi Oronzo | Lo Russo Cinzia | Longo Lucia | Maggi Ruggiero | Makrucz Marcela | Manna Maria | Marrocu Michele | Martone Giordano | Mascia Maria | Matrone Francesco | Mattei Guglielmo | Mazzella Camilla | Medda Maria Grazia | Michelotti Monica || Misto Alessandra | Mitrano Annalisa | Myroshnychenko Maryana | Parigin Alexey | Paz Levozan Hilda | Pergolesi Ilaria | Piano Ivan | Pignalosa Vanessa | Pozzi Painè Veronique |Ripari Ina | |Rubatscher Sabine | Ruggiero Giovanni | Sabbelico Diego | Sacripante Valentina | Sansone Gino | Sara Savini | Sassanelli Antonella | Scala Roberto | Ugo Scala |Tcilevich Natalia | Traettino Marisa Triantis Aristotelis Tufano Ilia | Turrini Stefano | Valentino Daniela | Vecchio Sonia | Veronesi Rosanna | Vianello Claudia | Yagües Pepe | Zaffarano Lucrezia | Zanuccoli Simonetta

Scheda riassuntiva
Maschio Angioino – Sala degli Angeli - Napoli
9/24 giugno 2018  
orario: lun-sab 10:30-13:30 | 14:30-18:00
tel. 081 7955877 - 3275849181- 3342839785
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: sabato 9 giugno 2018. h 17.00
curatori: Giovanna Donnarumma | Gennaro Ippolito
patrocini: Comune di Napoli
infoline: www.lineadarte-officinacreativa.org - lineadarte@gmail.com

giovedì 24 maggio 2018

TRACCE NELLA FORMA - 26 maggio-16 giugno 2018

TRACCE NELLA FORMA
Mostra personale 
di Andrea Bassani

dal 26 maggio al 16 giugno 2018


SHOWCASES GALLERY è lieta di presentare una serie di lavori di Andrea Bassani, un artista il cui linguaggio artistico tocca indistintamente sia il segno pittorico che scultoreo, attraverso un’espressione linguistica e simbolica tesa al rinnovamento e alla creazione assoluta.

“Andrea Bassani, ha esposto per la prima volta negli anni ’70 e la sua carriera artistica è un lungo percorso di sperimentazione che ha condotto negli anni alla definizione di un linguaggio artistico unico ed originale. Colore e forma, pittura e scultura si fondono nelle sue opere in un “equilibrio dinamico” in cui le forme antropomorfe, nitide ed eleganti, si organizzano all’interno della composizione.

Le sue opere sono dei “monocromi dinamici” in cui il colore da forza alla superficie tridimensionale e dove l’analisi dei profili rappresenta uno dei temi dominanti.

L’immagine è scomparsa, si è trasformata in struttura, ed i volumi morbidi sembrano fuoriuscire dalla superficie dell’opera e coinvolge lo spazio circostante in un vortice dinamico.

I profili sono morbidi ma marcati, sono assenza di materia e di colore, ed è proprio questa sottrazione, la chiave rappresentativa e di innesco del dinamismo della composizione di Bassani e la genesi dei suoi “quadri scultura”.

Le sue opere coinvolgono lo spazio circostante, fuoriescono dalla superficie e contenute in teche trasparenti rappresentano il superamento dei limiti formali e di genere tra pittura e scultura. All’interno delle opere di questo artista, delle sue forme espressive e del loro dinamismo e del suo colore puro, si concretizzano come segnali forti e personalissimi, le sue “tracce”, presenze lineari di colore contrastante la superficie, quasi dei solchi, dei raggi di luce. Lo spettatore ne è incuriosito e sembrano come in uno spartito musicale dettare il tempo del “ritmo compositivo” e riequilibrare la dinamicità della composizione.

Sono una serie di “sospensione e pausa” nella purezza del colore e rappresentano, contestualizzate nell’opera, il percorso e la sintesi artistica della ricerca e la partecipazione discreta dell’artista e la sua conciliazione tra la dimensione spaziale e temporale.”

Palmira Rigamonti

La presenza di Lei - 26 maggio-9 giugno 2018

Attraverso l’arte un affondo nella storia. 
“La presenza di Lei”
presso Il Labirinto di Savona, Via Famagosta 10 

inaugurazione sabato 26 maggio 2018 ore 18.30
a cura di Gabriella Freccero

mostra d’arte
“La presenza di Lei”

Avvicinandoci alla conclusione degli eventi del 2018 che hanno puntato a rilevare la presenza femminile nella storia, abbiamo guadagnato un punto di vista indiscutibile: la presunta assenza delle donne dalla storia dipende unicamente dagli strumenti con cui la ricerca storica viene compiuta. Si dice, le donne mancano dai documenti; ma ciò che è stato considerato documento e cosa no, è stato sufficientemente indagato, considerato, vagliato, contestato?

Assumendo un punto di vista interdisciplinare, lavorando con materiali considerati spesso ambigui come i resti delle civiltà storiche e delle culture materiali (di cui spesso si e’ perso non solo l’uso ma anche la conoscenza), interrogando le arti plastiche e la pittura, le sapienti narrazioni che traggono da storie considerate favole un sostrato di verità occultato, abbiamo verificato che non c’è nella storia alcuna assenza delle donne ma semmai vera e radicata presenza. Occorre però rivedere la questione delle fonti, allargando l’orizzonte oltre il già visto e catalogato, frequentando la storia nei suoi recessi, ripostigli, labirinti, andando nelle sue viscere, dove la verità risuona di nomi mai sentiti eppure stranamente familiari, presenze corpose ma diàfane, come incontrate in sogno; fino a fare di se stesse il documento, dove questo manchi, certo la più scomoda delle posizioni ma la più necessaria, quando la verità cercata è dentro la nostra stessa storia, poiché della storia facciamo parte come cellule di un organismo; ma proprio per questo abbiamo capito che abbiamo bisogno dell’aiuto di altre donne, non è impresa a portata di una singola.

Abbiamo così chiesto alle artiste, al cui lavoro dobbiamo l‘aver saputo impadronirci degli strumenti delicati e complessi delle arti figurative per indagare la presenza femminile nella storia, di donarci un loro punto di vista sulla continuità della presenza delle donne nel tempo; un segno femminile che ci parli di come ci siamo sempre state, lì sulla scena del tempo, ma come oggetti poco illuminati, figure sfocate non per nostra natura, anzi questa piuttosto brillante, ma per l’avidità di un altro sguardo di proiettare fasci di luce su altro. A causa di questa scarsa illuminazione, non siamo sicure della traccia che abbiamo lasciato nel mondo; sbagliando, perché la traccia è lì solo da afferrare, raccogliendo da terra il filo del nostro inestinguibile esserci nel tempo.

DINO SILEONI - 26 maggio-8 giugno 2018

L' ARTESTUDIO MORANDI PRESENTA L' ARTISTA AMODALE 

DINO SILEONI 

INAUGURAZIONE SABATO 26 MAGGIO ORE 17.00 

APERITIVO OFFERTO DALLA ASSOCIAZIONE LINEA INFINITA MULTIMEDIALE



Fondazione 100 Fiori - 30 maggio-17 giugno 2018




Fondazione 100 Fiori 
Spazio di Pozzo Garitta, 32
Albissola Marina, dal 30 maggio al 17 giugno

Collettive:

-di Metro in Metro....percorsi d'Arte,dal 30 maggio all'8 giugno
-Impronta d'Artista 2, dal 30 maggio all'8 giugno
-Che '48 - Arte e Storia, dal 9 al 17 giugno

e con
-Incontro con il prof. Sergio Tortarolo, venerdì 15 giugno alle ore 18.

venerdì 18 maggio 2018

LE ARIE DEL TEMPO - maggio-giugno 2018


LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 – Genova - 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 26 maggio ore 17,30
Giuseppe Zuccarino
Bataille e la notte del non-sapere

«Non si può forse liberare dai suoi antecedenti religiosi la possibilità dell’esperienza mistica, possibilità rimasta aperta, a dispetto delle apparenze, al non credente? Liberarla dall’ascesi del dogma e dall’atmosfera delle religioni? In una parola, liberarla dal misticismo – al punto da connetterla alla libertà dell’ignoranza? Al di là di ogni sapere c’è il non-sapere» (Georges Bataille). Si parlerà dunque dei tentativi, da parte dello scrittore e filosofo francese, di raggiungere stati di estasi, di uscita da sé, tentativi per qualche aspetto simili a quelli dei mistici, ma condotti sul piano personale, al di fuori del contesto religioso.

Giuseppe Zuccarino è critico e traduttore. I suoi libri più recenti sono: Note al palinsesto (Joker 2012), Il farsi della scrittura (Mimesis 2012), Prospezioni. Foucault e Derrida (Mimesis 2016), Rifrazioni e altri scritti (Joker 2017), Immagini sfuggenti. Saggi su Blanchot (Mimesis 2018).


* * *

LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 - Genova- 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 16 giugno ore 17,30
Marco Ercolani
Una conversazione con Robert Walser

Nel mio libro Preferisco sparire faccio dialogare il giovane psichiatra, Karl Weiss, con il vecchio scrittore, Robert Walser, nell’ospedale psichiatrico di Herisau. Il libro non dà voce allo psichiatra ma solo allo scrittore che parla con lui e vagabonda nei confini fluttuanti fra ragione e follia. Come scrive Giorgio Galli, «Walser non vuole uscire dal manicomio: lo dice esplicitamente allo psichiatra con cui dialoga in questi colloqui. Dentro il manicomio si può essere se stessi, si è liberi perfino di sparire, di annettersi alla folla anonima dei matti, mentre fuori dominano il dover essere e il dover fare, i rapporti di potere che sfociano in istituzioni e guerre».

Marco Ercolani è saggista e scrittore. Tra i suoi ultimi libri: Discorso contro la morte, Sentinella, Turno di  guardia, Preferisco sparire: colloqui con Robert Walser, Destini minori, Nel fermo centro di polvere. E, con Lucetta Frisa, Il muro dove volano gli uccelli e Diario doppio.

Opiemme – solo show - 18 maggio-10 settembre 2018

Opiemme – solo show
all’interno del progetto di Parole faccio Arte”

Whitelight Art Gallery    www.whitelightart.it    www.whitelightart.it/categoria-prodotto/opiemme
c/o Copernico Torino Garibaldi, Corso Valdocco 2, Torino

Dal 18 maggio al 10 settembre 2018
Su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00  - info@whitelightart.it
Inaugurazione fine Maggio – per inviti info@whitelightart.it

Dal 18 Maggio a Torino, presso gli spazi di Copernico in Corso Valdocco 2, nei pressi di via  Garibaldi,  saranno esposte alcune opere di Opiemme, nell'ambito del progetto
di Parole faccio Arte” di Whitelight Art Gallery, che già aveva coinvolto lavori dell'artista in una personale a Roma nei mesi di Marzo e Aprile presso il Clubhouse Barberini di Via San Basilio.
di Parole faccio Arte” è una mostra tematica dedicata alla parola nell'arte contemporanea, protagoniste le opere di Opiemme, Sabrina D'Alessandro e Giorgio Milani, tre artisti e tre diverse prospettive per un viaggio itinerante alla scoperta della parola e della sua rappresentazione in arte visiva. Il progetto si sviluppa attraverso personali dei tre artisti coinvolti, in diverse città, Roma, Milano e Torino, e una collettiva nella sede principale di Whitelight Art Gallery in via Copernico 38 a Milano, visitabile per tutto il 2018.

Opiemme è artista legato alla città di Torino, dove si è formato e ha sviluppato una ricerca che da un lato si manifesta in spazi pubblici, e da un altro è evoluzione dello storico movimento della “poesia visiva”.
“Poeta della street art”, così è stato più volte definito, per i suoi dipinti murali e interventi di “poesia di strada”, che culminano in Polonia con un tributo su un palazzo di 10 piani a Wislawa Szymborska, poetessa premio Nobel per la letteratura nel 1996.

A Torino nel 2013 Opiemme realizzò “Un fiume di parole”, un intervento poetico lungo 7 km sui marciapiedi di Strada San Mauro e Strada Settimo che andava, così, ad unire gli storici quartieri di Barca e Bertolla con una distesa di parole che si inseguivano. Nello stesso anno dipinse un murale dedicato ad E. A. Poe al Bunker.
Recentemente Opiemme ha completato un disegno per il “Museo di Arte Urbana” del quartiere Campidoglio dedicato a Stephen Hawking: un'esplosione di parole che simbolizza le illuminazioni nella "nera immobilità" dell'infermità dello scienziato.
Il murale inaugurato a inizio Maggio, durante un tour di SAT  che celebrava i suoi primi quattro anni di attività (https://www.facebook.com/streetartourtorino/) , si trova in Corso Tassoni, lungo il muro della Chiesa di S. Alfonso, quasi all'angolo con via Cibrario, dove nel 2014 l'artista aveva dipinto un calligramma di una balena dedicato a Moby Dick su cui apparse una scritta “Gabbo Vive”. (Torino Cronaca)

Fra le ultime partecipazioni in città vi sono, infatti, quella nel 2011 per la mostra al Museo delle Scienze “Km011”, a cura di Luca Beatrice, che raccontava 15 anni di arte a Torino, e nel 2015 a “
Imago Mundi”, mostra della collezione Benetton di quadri di mini-formato (10×12 centimetri) ospitata all’interno della sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Una sua personale in città manca da tempo. E questa sarà occasione per vedere lavori più recenti e di grande formato.

La mostra sarà visitabile fino al 10 Settembre 2018 su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, mentre l'inaugurazione si terrà a fine Maggio (per inviti info@whitelightart.it).

www.opiemme.com   https://it.wikipedia.org/wiki/Opiemme



mercoledì 16 maggio 2018

TRACCE - 26 maggio-17 giugno 2018

Mostra dal titolo TRACCE allo Spazio Giorgio Ostini di Cuirone di Vergiate 
dal 26 maggio al 17 giugno. 
INAUGURAZIONE 26 MAGGIO ORE 11.00


DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI - 2 giugno al 23 giugno 2018

2° Mostra alla Biblioteca di Vergiate titolo DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI 
2 giugno al 23 giugno. 
Catalogo in galleria 
INAUGURAZIONE 2 GIUGNO ORE 10.00


ARS in GRATIA - 19 maggio-18 giugno 2018


AnimARSi Associazione di promozione artistica e culturale

presenta

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
dal 19 maggio al 18 giugno 2018
Sala Museo Santuario S. Maria delle Armi - Cerchiara di Calabria (CS)
Inaugurazione sabato 19 maggio ore 10.30
Mostra a cura di: Stefania Cassano
Nell’ambito della mission di sostegno e promozione della cultura, l’Associazione artistica culturale AnimARSi di Bari, inaugura un particolare progetto espositivo dedicato al tema del Sacro, ideato e curato per la Fondazione Santa Maria delle Armi di Cerchiara di Calabria, dalla presidente art/director Stefania Cassano.
In una location paesaggistica unica e suggestiva a 1.100 mt di altezza, in uno dei più importanti Santuari Mariani della Calabria, incastonato nella roccia qual è il Santuario della Madonna di S.Maria delle Armi o Madonna della Grotta (la sua storia risale alla seconda metà sec. X), sarà presentata la “visione del Sacro” di 10 artisti di fama nazionale e internazionale, per la prima volta, in un progetto di arte che omaggia la Vergine e il luogo considerato la “Porta Spirituale” della Sibaritide.
Un progetto quindi straordinario ove la mostra è intesa come “viaggio” fra spiritualità, sacro e arricchimento culturale, sostenuto e condiviso negli intenti da Filomena Rago (presidente della Fondazione S.Maria delle Armi) che vedrà la partecipazione degli artisti: ROSSANA BUCCI - Corato (BA); LUCIA BUONO - Bari; PIERLUCA CETERA - Gioia del Colle (BA); ETTORE ALDO DEL VIGO - Sassari; ORONZO LIUZZI - Corato (BA); MARIO PIERRI - Taranto; ANGELA QUITADAMO Manfredonia (FG); CLAUDIO SCIASCIA - Roma; ROBERTA SERENARI - Sasso Marconi (BO); ARMAND XHOMO - Firenze.
Durante uno dei periodi dell’anno più importanti per il Santuario, la festività di Pentecoste del 20 maggio, la mostra (pitture, sculture e installazioni), sarà inaugurata sabato 19 maggio ore 10.30 alla presenza del Rettore del Santuario Padre Roger Ntabala, del Sindaco di Cerchiara dr. Antonio Carlomagno, della presidente della Fondazione del Santuario Filomena Rago, della vicepresidente Marianna Francomano, della curatrice Stefania Cassano e del dr. Francesco Maurella presidente Club UNESCO di Trebisacce che ha patrocinato fra gli altri l’evento e con la partecipazione straordinaria  della Polifonica Aùlos di Lamezia Terme diretta dal M° Rosa D’Aulino (Ass. Musica e Arte di Aùlos) per AnimARSi.
L’Associazione Wine Fashion Europe che scopre, valorizza e promuove il Made in Italy, sostiene l’iniziativa curandone la promozione.

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
progetto ideato e curato da Stefania Cassano
presidente _art director -  AnimARSi Ass. artistica culturale / Bari
in collaborazione con
Fondazione S.Maria delle Armi Cerchiara (CS)

Patrocini
Fondazione S.Maria delle Armi, Club per l’UNESCO Trebisacce (CS), Comune di Cerchiara(CS)
Sedi
Sala Museo Santuario Santa Maria delle Armi Cerchiara di Calabria (CS)

inaugurazione
19 maggio 2018 ore 10.30

periodo
Dal 

mercoledì 2 maggio 2018

BIENNALE DI OPERE IN CARTA - 5 maggio-16 giugno 2018


BIENNALE DI OPERE IN CARTA


Sono trentacinque gli artisti, tra italiani e stranieri, che parteciperanno alla settima edizione di Tracarte, la “Rassegna biennale di opere in carta” promossa dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

L’inaugurazione della mostra, curata da Vito Capone e Gaetano Cristino, si terrà sabato 5 maggio 2018, alle ore 18,30, nella Galleria della Fondazione.

Nata da un’idea dell’artista foggiano Vito Capone, la Rassegna ha acquistato nel tempo prestigio internazionale e costituisce ormai punto di riferimento per gli artisti che si muovono nell’ambito della Paper Art, quel particolare segmento dell’arte contemporanea che utilizza la carta non come supporto di altre forme d’arte, ma come medium che per la sua duttilità può consentire la realizzazione di opere che possono attraversare una pluralità di linguaggi estetici e facilitare ogni tipo di sperimentazione.

“Da settore di nicchia, l’arte realizzata con la carta, medium dalle straordinarie e infinite possibilità plastiche ed espressive - scrive infatti nella prefazione al catalogo il Presidente della Fondazione, prof. Aldo Ligustro - sta gradualmente conquistando una più vasta ribalta grazie al sempre maggior numero di artisti che vi si dedicano, in ogni parte del mondo, e alle numerose rassegne, come la nostra Tracarte, che ne colgono gli innumerevoli e suggestivi esiti visivi e concettuali che ci aiutano a leggere anche la complessità del tempo che ci troviamo a vivere”.

Paradossalmente, dice a sua volta il critico Gaetano Cristino, “nel momento in cui viene progressivamente soppiantata da altri media nei suoi usi più comuni e tradizionali (carta da lettera, libro, giornale…), la carta si prende la sua rivincita. Rispetto al digitale, per esempio. Nella condizione postmediale la carta (il termine va inteso in senso ampio) e tutti gli altri elementi naturali che consentono intrecci ed elaborazioni di fibre sono ancora in grado di farsi carico delle suggestioni, delle emozioni, dei progetti, delle indicazioni estetiche e di senso in essi impressi dell’artista. È il trionfo della fisicità dell’oggetto, dei valori tattili, sul virtuale”.

Questi gli artisti partecipanti: 
Sandra Baruzzi, Teodolinda Caorlin, Loretta Cappanera, Wanda Casaril, Francesca Cataldi, Roberta Chioni, Angela Corti, Luciana Costa Gianello, Gabriella Crisci, Elisabetta Diamanti, Pino Di Gennaro, Krystyna Dyrda-Kortyka, Vittorio Fava, Fernanda Fedi, Antonio Freiles, Anna Giagnorio, Gino Gini & Fernanda Fedi, Franco Giuli, Gabriella Göransson, Bara Lehmann-Schulz, Miriam Londoňo, Roberto Mannino, Anna Moro-Lin, Mariarosa Pappalettera, Teresa Pollidori, Lydia Predominato, Rosella Quintini, Fernando Rea, Alberto Salvetti, Marilena Scavizzi, Loredana Seregni, Mimmo Totaro, Daniela Tzvetkova, Serena Vallese, Roberto Zanello.
La mostra è documentata da un catalogo, curato da Vito Capone e Gaetano Cristino, edito da Effebiemme,

Scheda informativa:
mostra: Tracarte7, Rassegna biennale di opere in carta
curatela: Vito Capone e Gaetano Cristino
sede: Fondazione dei Monti Uniti - via Arpi 152, Foggia
periodo: 5 maggio – 16 giugno 2018
recapiti: Tel / Fax 0881.712182 -
info@fondazionemontiunitifoggia.it - http://www.fondazionemontiunitifoggia.it/
orari: da lunedì a sabato: 9,30-13,00; 17-20, escluso i festivi.

giovedì 12 aprile 2018

Il SACS consiglia il progetto di arte postale: Mailart Call Gli artisti interpretano Mioglia 2018


Mailart Call
Gli artisti interpretano Mioglia 2018
Il Comune di Mioglia lancia una richiesta di opere in A4 (21x30cm circa)  prodotte con qualsiasi tecnica e liberamente ispirate all’immagine in bianco e nero e/o colori allegata a questa richiesta
allo scopo di allestire una mostra presso il Complesso Scolastico durante l’estate prossima ventura che si terrà come ogni anno presso il complesso scolastico a Mioglia.
Ogni artista potrà a suo più ampio gradimento rielaborare, colorare, decorare, rivisitare e rifare l’immagine indicata come base ispiratrice dell’opera, su qualunque tipo di supporto desideri usare.
L’iniziativa vuole stabilire un rapporto costante fra Mioglia e il mondo dell’arte postale e gli organizzatori si adopereranno per ricreare ogni anno un’occasione d’ispirazione e di divertimento.
Sono invitati a partecipare anche i bambini e, con il consenso dei genitori, le loro opere verranno presentate in una sezione a parte.

• Le opere dovranno pervenire entro il 25 giugno 2018 a Chiara Nari
presso Municipio, v. Roma 2, 17040 Mioglia (SV)

• Si prega di apporre sulla busta la scritta “Artisti per Mioglia”

• I genitori sono pregati di controfirmare le opere dei loro figli a titolo di consenso all’esposizione.
Gli scherzi di cattivo gusto di qualunque tipo, verranno debitamente cestinati
Il coordinatore della manifestazione Mabi Col


giovedì 5 aprile 2018

MARCELLO DIOTALLEVI - 18 aprile 2018 al 1 luglio 2018



SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY
MARCELLO DIOTALLEVI
“In forma di viaggio, francobolli e lettere da Citera"

a cura di Sandro Bongiani 

Dal 18 aprile 2018 al 1 luglio 2018
Inaugurazione: mercoledì 18 aprile 2018, ore 18.00

“In forma di viaggio, francobolli e lettere da Citera” è il titolo della mostra personale che lo Spazio Ophen Virtual Art Gallery di Salerno dedica a Marcello Diotallevi, uno dei più interessanti artisti contemporanei italiani nati negli anni quaranta, che per questa mostra presenta 42 opere (24 Francobolli d’artista e 18 Lettere da Citera) realizzati tra il 1984 e il 2012, che ripercorrono oltre quarant’anni di ricerca, dagli esordi figurativi dei primi anni ’80, fino a oggi. 

Marcello Diotallevi, classe 1942, sul finire degli anni Settanta ha iniziato le sue irruzioni nell'area della Poesia Visiva, utilizzando le lettere dell’alfabeto per accumuli, disseminazioni liberati da qualsiasi senso e significato letterale, e in questi ultimi anni, anche del recupero del colore e dell’uso gioioso della pittura. Artista di voli a cielo aperto di “parole al vento”, di insolite lettere senza destinatario che ritornano al mittente; lettere in cui l’accumulazione grafica di simboli di tipo grafico creano nuove associazioni sempre imprevedibili e nuove, disarticolando il linguaggio e riducendolo a pezzi. L’intera produzione dell’artista di Fano nasce dall’ibridazione dei linguaggi fino a sconfinare con convincente disinvoltura nella poesia visiva. Di questi ludici interventi provocatori ne è responsabile Marcel Duchamp artista amato da Marcello per la componente estetica e concettuale. Decisamente rigorosi appaiono i francobolli d’artista e le Lettere da Citera presenti in questa mostra personale che l’artista ha creato durante la sua lunga e intensa attività. L’attenzione verso il francobollo d’artista di piccolo formato nasce nel 1984 con un francobollo “Jeune Peinture”, con fiaba al vento, presentato al Grand Palais di Parigi. Tutti i francobolli presenti trattano temi fantastici, ironici e soprattutto sociali in linea con la poetica pungente e immaginifica dell’artista fanese. Anche le lettere da Citera, opere realizzate su carta (cm 21x30) con tecnica di dattilografia su foto xerografia, rispettano questa attenzione e rigorosa severità alla composizione e al poetico messaggio nascosto e ibridato tra i lineamenti definiti del corpo. Dedicate alla donna, nascono per essere lette e magari decifrate. Francobollo, lettera e lettere dell’alfabeto diventano così gesto d’amore e nel contempo veicolo alla ricerca di un ipotetico destinatario. Una sorta di volo poetico dentro la fantasia e l’incanto con la messa a fuoco di presenze che cercano di esercitarsi al viaggio e condividere l’in-definito. Lettere dal destino vago relazionano tra gli oscuri anfratti della mente con immaginari francobolli in attesa che qualche possibile destinatario possa decrittare gli oscuri presagi della parola, si aggrappano avidamente all’immaginazione e si lasciano trasportare al flusso delle correnti, coscienti di non poter essere più significato compiuto ma sola presenza e indizio sfuggente. 

BIOGRAFIA 
Marcello Diotallevi è nato nel 1942 a Fano. E' vissuto per lungo tempo a Roma dove per un decennio ha esercitato l'attività di restauratore presso il Laboratorio di Restauro in Vaticano. Ha inizio in quegli anni anche la sua attività artistica all'insegna dell'irrequietezza. Come pittore prima, poi come scultore nei primi anni Settanta, quindi per qualche tempo si occupa di grafica e infine inizia a scrivere. Sul finire degli anni Settanta hanno inizio le sue incursioni nell'area della Mail Art e della Poesia Visiva di cui è tuttora un impegnato protagonista. In oltre un quarto di secolo di attività artistica ha collaborato con suoi interventi a libri e riviste nazionali e internazionali. Nel corso del tempo ha tenuto varie mostre personali nelle maggiori città italiane, partecipando nel contempo a esposizione collettive in tutto il mondo. Fa parte del gruppo di intervento artistico "I metanetworker in spirit". Si occupa in prevalenza di installazione, Poesia Visiva e Mail Art. E' l'autore della copertina della Guida al Musée National d'Art Moderne - Centre Georges Pompidou di Parigi (Hazan Editeur 1983). Nel 2003 riceve l'invito a tenere una performance nella Sezione "Extra 50" della 50esima Edizione Internazionale d'Arte - Biennale di Venezia ma, non essendo egli un performer, declina l'invito. Nel 2007 è stato invitato alla 52esima Biennale di Venezia e poi nel 2011 alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Tibet, a cura di Ruggero Maggi. Dal 1974 vive e lavora a Fano.

“In forma di viaggio, francobolli e lettere da Citera" 
SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY 
Via S. Calenda, 105/D - Salerno
Salerno Tel/Fax 089 5648159 
e-mail: bongiani@alice.it 
Orario continuato tutti i giorni dalle 00.00 alle 24.00