lunedì 3 dicembre 2018

Luciano Barale - 2-30 dicembre 2018


Carlo Iacomucci



Il maestro Carlo Iacomucci da Stoccarda al Premio Marche 2018
di Patrizia Minnozzi

I riconoscimenti artistici per il Maestro Iacomucci non finiscono mai… è di appena un mese fa la notizia che alcune sue opere, appartenenti alla prestigiosa collezione d’arte contemporanea del CESMA Centro Studi Marche di Roma, sono state esposte al Rathaus di Stoccarda, durante un importante evento dal titolo” Uno sguardo sulla cultura delle Marche”.

I riflettori dell’arte per Iacomucci non si sono ancora spenti e, alcuni giorni fa, l’artista urbinate è stato invitato a partecipare, con alcune sue opere, al Premio Marche 2018-Biennale d'Arte Contemporanea: la celebre manifestazione espositiva che, fin dagli anni Cinquanta, si è caratterizzata come una delle più significative nel territorio della Regione Marche e di valenza nazionale.

Il Premio Marche 2018 si propone di valorizzare l'attività degli artisti delle Marche e di accrescere la sensibilità e le conoscenze dei marchigiani nei confronti delle arti figurative e visuali. Il suo scopo è quello, altamente meritorio, di promozione dell'arte contemporanea in Italia al fine d'individuare artisti, anche affermati, e giovani con spiccate qualità tecniche e poetiche.

Con questa edizione 2018, il Premio Marche, torna a essere la celebre Biennale d’Arte Contemporanea, che, per l’occasione, è stata inaugurata nella cornice del bellissimo e imponente Forte Malatesta di Ascoli Piceno e rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2019.

Il Premio Marche, da sempre legato alla città di Ancona, in questa speciale occasione diventa itinerante e verte sul tema dell’interpretazione artistica come armonia ed è dedicato agli artisti marchigiani operanti nella regione, siano essi già affermati oppure emergenti, selezionati e, successivamente, invitati dal Comitato Scientifico.

Al tavolo degli organizzatori erano presenti:il Prof. Fabio Mariano, il Prof. Stefano Papetti, il Prof. Stefano Tonti , la dott.ssa Arianna Trifogli e il sindaco di Ascoli Piceno Avv. Guido Castelli.

Numerosa l’affluenza del pubblico, come anche la presenza di tanti artisti provenienti da tutta la Regione, tra i quali anche il Maestro Carlo Iacomucci, con una sua opera, come testimonianza diretta della fertile carriera di artista e di incisore. Personaggio eclettico, Iacomucci nella sua pluriennale carriera artistica, si è cimentato in percorsi e stili differenti che hanno avuto, come denominatore comune, la tematica del segno attraverso i motivi ricorrenti delle gocce o tracce o segni, che rappresentano la sua inconfondibile impronta.

I premi prestigiosi e i molti riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera, rendono il Maestro Iacomucci, il testimonial ideale per mantenere alto il nome delle Marche non solo in Italia, ma anche fuori dai confini nazionali.

Prossimi appuntamenti per Iacomucci: un’ opera in omaggio alla mostra in onore di Padre Stefano Troiani a Sassoferrato; in seguito, Iacomucci terrà una conferenza sulle tre tecniche dell’incisione a Civitanova Marche, e successivamente a Firenze e Spello. Iacomucci nasce e studia ad Urbino, vive e opera a Macerata. Info.320.0361833


Patrizia Minnozzi

NEMMENO CON UN FIORE - 24 novembre 2018 - 10 marzo 2019


Gabriella Di Trani - 5-21 dicembre 2018


Via Ercole Bombelli 22, 00149 Roma – 06.5578101 – 328.1353083
 Spazio aperto 2018
 Gabriella Di Trani

AUTOBIOGRAFIA DI ALICE DDT
1977  Opere di Gabriella di Trani

Mercoledì 5 dicembre 2018, alle ore 18,00 a Roma, presso lo Studio Arte Fuori Centro, via Ercole Bombelli 22, si inaugura la mostra “Autobiografia di Alice DDT - 1977 Opere di Gabriella di Trani” a cura di Ivana D’Agostino.

L’esposizione rimarrà aperta fino al 21 dicembre, secondo il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 17,00 alle 20,00, altri orari su appuntamento.

L’evento è l’ultimo appuntamento di Spazio Aperto 2018 ciclo di quattro mostre in cui l’associazione culturale Fuori Centro invita gallerie e critici a segnalare ambiti di ricerca in cui delineare i percorsi e gli obiettivi che si vanno elaborando nelle multiformi esperienze legate alla sperimentazione.

La mostra vuole essere una riflessione sulla lunga ricerca artistica che Gabriella Di Trani ha dedicato al tempo nel divenire ciclico.

Gabriella mette in evidenza i contrasti, le discrepanze del nostro quotidiano vivere. Rende visivo il continuo ripercorrersi di passato, presente e futuro comune al destino degli uomini. Fa richiami ai simboli del tempo e alle sue componenti allegoriche, lungo un filo di teatralità dove non ha perso di vista l’indicazione della pop art.

I suoi sono: colori squillanti, segni, segnali, suoni, che attraversano il vivere amalgamandosi a ricordi, fregi, scritture, frazioni di storia dell’arte, in un tempo che scorre come su un nastro, un tempo senza spessore, dove tutto è sempre qui ed ora.

SMALL ART - 5 dicembre-5 gennaio 2019

SMALL ART
VIII^ Rassegna Nazionale del piccolo formato
a cura del collettivo ADSUM
Espongono:ILARIA ZINGARO; LIVIO VIOLANTI; PAOLO TINELLA; PIETRO TEMPESTA; LUIGI SERGI; GIUSEPPE SCIANCALEPORE; PINO SCOZZAFAVA; PINO SPADAVECCHIA; ISABEL SPAGNOLETTA; ALBA SAVOI; ALDO SARACINO; PIERO SANI; VITTORIANA RUTIGLIANO; DARIO RUGGIERO; MASSIMO ROMANI; MYRIAM RISOLA; BRUNO PIEROZZI; STEFANIA PELLEGRINI;SALVATORE ORLANDO; MASSIMO NARDI;GIOVANNI MORGESE; MAURO MOLINARI; PASQUALE MILLICO; GUIDO MARGINI; ORONZO LIUZZI; ANTONIO LAURELLI; CLAUDIO GIULIANELLI; ELISABETTA GADALETA; GIUSEPPE FIORIELLO; NICOLA FILAZZOLA; EDOARDO DE STEFANO; NINO DE SCISCIOLO; GIOVANNI DE SCISCIOLO; VITO DE LEO; ENRICO DE LEO; FRANCO CORTESE; ANGELA CONSOLI; UMBERTO COLAPINTO; VITO CIMA; FRANCO CEGLIE; MICHELE CARADONNA; ROSSANA BUCCI; ALFREDO BRIGANTI BELLINI; CECILIA BOSSI; MARIA BONADUCE; UMBERTO BASSO; LEONARDO BASILE; MARIA LUISA ANTONELLI; COSMO ALLEGRETTA; GRAZIA MARIA ADDANTE; MARIA ADDAMIANO.
Vernissage martedì 5 dicembre 2018 ore 18,30
Presso
ADSUM artecontemporanea
Via Marconi 3/5 (Palazzo della Meridiana) Terlizzi (BA)
visitabile dal 5 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019
orari: dal lunedì al sabato 10,00 -12,30 ;18,00 - 20,00 chiuso giovedì pomeriggio e festivi. Durante questo periodo si terranno nella stessa sede altri eventi collaterali.
Anche quest’anno ADSUM vuole esserci, come la sua stessa essenza propone.
Si inaugura il nuovo capitolo di SMALL ART rassegna nazionale del piccolo formato che ritorna nella sua VIII^ edizione.
L’intento del progetto è riunire artisti e spettatori in un unico spazio e fare del “dono” la forza di gravità di questo mondo. Come hanno posto in rilievo molti, tra critici e storici dell’arte, negli ultimi tre decenni «le pratiche partecipative hanno ottenuto nuovo fervore e privilegiato l’aspetto politico, auspicando un risveglio dell’operare comune»
Sulla scia di questo rinnovato slancio, il nostro obbiettivo è centrare l’attenzione su di un paradosso : la costitutiva essenza plurale di ogni singolare, che è uno ed insieme tutti. Proporsi intenti del genere è una sfida ardua e per certi versi vana, perché va contro i meccanismi stessi dell’«industria della cultura».
Ai nostri giorni la condivisione è onnipresente ma virtuale e grazie ai mezzi e all’immediatezza attraverso cui si propone sta diventando sempre più spesso inconscia e non motivata.
L’arte è condivisione, ma quella più intima e profonda, e con questo evento Adsum vuole omaggiarla.
Tanti gli artisti che partecipano, noti o emergenti, attraverso diverse forme artistiche e diverse tecniche espressive, donando e condividendo la loro opera con lo spettatore fortunato che vorrà partecipare alla nostra fund rising sorteggio d’arte.
Le date di apertura e chiusura dell’evento coincidono, non a caso, con due importanti festività: 5 dicembre vigilia della festa di S. Nicola , santo molto venerato in terra di Bari, festività caratterizzata dallo scambio di doni e il 5 gennaio vigilia dell’Epifania.