venerdì 18 maggio 2018

LE ARIE DEL TEMPO - maggio-giugno 2018


LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 – Genova - 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 26 maggio ore 17,30
Giuseppe Zuccarino
Bataille e la notte del non-sapere

«Non si può forse liberare dai suoi antecedenti religiosi la possibilità dell’esperienza mistica, possibilità rimasta aperta, a dispetto delle apparenze, al non credente? Liberarla dall’ascesi del dogma e dall’atmosfera delle religioni? In una parola, liberarla dal misticismo – al punto da connetterla alla libertà dell’ignoranza? Al di là di ogni sapere c’è il non-sapere» (Georges Bataille). Si parlerà dunque dei tentativi, da parte dello scrittore e filosofo francese, di raggiungere stati di estasi, di uscita da sé, tentativi per qualche aspetto simili a quelli dei mistici, ma condotti sul piano personale, al di fuori del contesto religioso.

Giuseppe Zuccarino è critico e traduttore. I suoi libri più recenti sono: Note al palinsesto (Joker 2012), Il farsi della scrittura (Mimesis 2012), Prospezioni. Foucault e Derrida (Mimesis 2016), Rifrazioni e altri scritti (Joker 2017), Immagini sfuggenti. Saggi su Blanchot (Mimesis 2018).


* * *

LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 - Genova- 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 16 giugno ore 17,30
Marco Ercolani
Una conversazione con Robert Walser

Nel mio libro Preferisco sparire faccio dialogare il giovane psichiatra, Karl Weiss, con il vecchio scrittore, Robert Walser, nell’ospedale psichiatrico di Herisau. Il libro non dà voce allo psichiatra ma solo allo scrittore che parla con lui e vagabonda nei confini fluttuanti fra ragione e follia. Come scrive Giorgio Galli, «Walser non vuole uscire dal manicomio: lo dice esplicitamente allo psichiatra con cui dialoga in questi colloqui. Dentro il manicomio si può essere se stessi, si è liberi perfino di sparire, di annettersi alla folla anonima dei matti, mentre fuori dominano il dover essere e il dover fare, i rapporti di potere che sfociano in istituzioni e guerre».

Marco Ercolani è saggista e scrittore. Tra i suoi ultimi libri: Discorso contro la morte, Sentinella, Turno di  guardia, Preferisco sparire: colloqui con Robert Walser, Destini minori, Nel fermo centro di polvere. E, con Lucetta Frisa, Il muro dove volano gli uccelli e Diario doppio.

Opiemme – solo show - 18 maggio-10 settembre 2018

Opiemme – solo show
all’interno del progetto di Parole faccio Arte”

Whitelight Art Gallery    www.whitelightart.it    www.whitelightart.it/categoria-prodotto/opiemme
c/o Copernico Torino Garibaldi, Corso Valdocco 2, Torino

Dal 18 maggio al 10 settembre 2018
Su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00  - info@whitelightart.it
Inaugurazione fine Maggio – per inviti info@whitelightart.it

Dal 18 Maggio a Torino, presso gli spazi di Copernico in Corso Valdocco 2, nei pressi di via  Garibaldi,  saranno esposte alcune opere di Opiemme, nell'ambito del progetto
di Parole faccio Arte” di Whitelight Art Gallery, che già aveva coinvolto lavori dell'artista in una personale a Roma nei mesi di Marzo e Aprile presso il Clubhouse Barberini di Via San Basilio.
di Parole faccio Arte” è una mostra tematica dedicata alla parola nell'arte contemporanea, protagoniste le opere di Opiemme, Sabrina D'Alessandro e Giorgio Milani, tre artisti e tre diverse prospettive per un viaggio itinerante alla scoperta della parola e della sua rappresentazione in arte visiva. Il progetto si sviluppa attraverso personali dei tre artisti coinvolti, in diverse città, Roma, Milano e Torino, e una collettiva nella sede principale di Whitelight Art Gallery in via Copernico 38 a Milano, visitabile per tutto il 2018.

Opiemme è artista legato alla città di Torino, dove si è formato e ha sviluppato una ricerca che da un lato si manifesta in spazi pubblici, e da un altro è evoluzione dello storico movimento della “poesia visiva”.
“Poeta della street art”, così è stato più volte definito, per i suoi dipinti murali e interventi di “poesia di strada”, che culminano in Polonia con un tributo su un palazzo di 10 piani a Wislawa Szymborska, poetessa premio Nobel per la letteratura nel 1996.

A Torino nel 2013 Opiemme realizzò “Un fiume di parole”, un intervento poetico lungo 7 km sui marciapiedi di Strada San Mauro e Strada Settimo che andava, così, ad unire gli storici quartieri di Barca e Bertolla con una distesa di parole che si inseguivano. Nello stesso anno dipinse un murale dedicato ad E. A. Poe al Bunker.
Recentemente Opiemme ha completato un disegno per il “Museo di Arte Urbana” del quartiere Campidoglio dedicato a Stephen Hawking: un'esplosione di parole che simbolizza le illuminazioni nella "nera immobilità" dell'infermità dello scienziato.
Il murale inaugurato a inizio Maggio, durante un tour di SAT  che celebrava i suoi primi quattro anni di attività (https://www.facebook.com/streetartourtorino/) , si trova in Corso Tassoni, lungo il muro della Chiesa di S. Alfonso, quasi all'angolo con via Cibrario, dove nel 2014 l'artista aveva dipinto un calligramma di una balena dedicato a Moby Dick su cui apparse una scritta “Gabbo Vive”. (Torino Cronaca)

Fra le ultime partecipazioni in città vi sono, infatti, quella nel 2011 per la mostra al Museo delle Scienze “Km011”, a cura di Luca Beatrice, che raccontava 15 anni di arte a Torino, e nel 2015 a “
Imago Mundi”, mostra della collezione Benetton di quadri di mini-formato (10×12 centimetri) ospitata all’interno della sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Una sua personale in città manca da tempo. E questa sarà occasione per vedere lavori più recenti e di grande formato.

La mostra sarà visitabile fino al 10 Settembre 2018 su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, mentre l'inaugurazione si terrà a fine Maggio (per inviti info@whitelightart.it).

www.opiemme.com   https://it.wikipedia.org/wiki/Opiemme



mercoledì 16 maggio 2018

TRACCE - 26 maggio-17 giugno 2018

Mostra dal titolo TRACCE allo Spazio Giorgio Ostini di Cuirone di Vergiate 
dal 26 maggio al 17 giugno. 
INAUGURAZIONE 26 MAGGIO ORE 11.00


DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI - 2 giugno al 23 giugno 2018

2° Mostra alla Biblioteca di Vergiate titolo DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI 
2 giugno al 23 giugno. 
Catalogo in galleria 
INAUGURAZIONE 2 GIUGNO ORE 10.00


ARS in GRATIA - 19 maggio-18 giugno 2018


AnimARSi Associazione di promozione artistica e culturale

presenta

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
dal 19 maggio al 18 giugno 2018
Sala Museo Santuario S. Maria delle Armi - Cerchiara di Calabria (CS)
Inaugurazione sabato 19 maggio ore 10.30
Mostra a cura di: Stefania Cassano
Nell’ambito della mission di sostegno e promozione della cultura, l’Associazione artistica culturale AnimARSi di Bari, inaugura un particolare progetto espositivo dedicato al tema del Sacro, ideato e curato per la Fondazione Santa Maria delle Armi di Cerchiara di Calabria, dalla presidente art/director Stefania Cassano.
In una location paesaggistica unica e suggestiva a 1.100 mt di altezza, in uno dei più importanti Santuari Mariani della Calabria, incastonato nella roccia qual è il Santuario della Madonna di S.Maria delle Armi o Madonna della Grotta (la sua storia risale alla seconda metà sec. X), sarà presentata la “visione del Sacro” di 10 artisti di fama nazionale e internazionale, per la prima volta, in un progetto di arte che omaggia la Vergine e il luogo considerato la “Porta Spirituale” della Sibaritide.
Un progetto quindi straordinario ove la mostra è intesa come “viaggio” fra spiritualità, sacro e arricchimento culturale, sostenuto e condiviso negli intenti da Filomena Rago (presidente della Fondazione S.Maria delle Armi) che vedrà la partecipazione degli artisti: ROSSANA BUCCI - Corato (BA); LUCIA BUONO - Bari; PIERLUCA CETERA - Gioia del Colle (BA); ETTORE ALDO DEL VIGO - Sassari; ORONZO LIUZZI - Corato (BA); MARIO PIERRI - Taranto; ANGELA QUITADAMO Manfredonia (FG); CLAUDIO SCIASCIA - Roma; ROBERTA SERENARI - Sasso Marconi (BO); ARMAND XHOMO - Firenze.
Durante uno dei periodi dell’anno più importanti per il Santuario, la festività di Pentecoste del 20 maggio, la mostra (pitture, sculture e installazioni), sarà inaugurata sabato 19 maggio ore 10.30 alla presenza del Rettore del Santuario Padre Roger Ntabala, del Sindaco di Cerchiara dr. Antonio Carlomagno, della presidente della Fondazione del Santuario Filomena Rago, della vicepresidente Marianna Francomano, della curatrice Stefania Cassano e del dr. Francesco Maurella presidente Club UNESCO di Trebisacce che ha patrocinato fra gli altri l’evento e con la partecipazione straordinaria  della Polifonica Aùlos di Lamezia Terme diretta dal M° Rosa D’Aulino (Ass. Musica e Arte di Aùlos) per AnimARSi.
L’Associazione Wine Fashion Europe che scopre, valorizza e promuove il Made in Italy, sostiene l’iniziativa curandone la promozione.

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
progetto ideato e curato da Stefania Cassano
presidente _art director -  AnimARSi Ass. artistica culturale / Bari
in collaborazione con
Fondazione S.Maria delle Armi Cerchiara (CS)

Patrocini
Fondazione S.Maria delle Armi, Club per l’UNESCO Trebisacce (CS), Comune di Cerchiara(CS)
Sedi
Sala Museo Santuario Santa Maria delle Armi Cerchiara di Calabria (CS)

inaugurazione
19 maggio 2018 ore 10.30

periodo
Dal